Boom consumi miele, ma due barattoli su tre sono stranieri

Boom del miele nel carrello della spesa degli italiani con un aumento del 5,1% sul valore degli acquisti nell’ultimo anno, ma volano anche le importazioni dall’estero con 2 barattoli su 3 che arrivano dall’estero nel 2017. E’ quanto afferma la Coldiretti, in relazione all’allarme lanciato dall’Università di Milano sull’impatto dei cambiamenti climatici che rischiano di azzerare la produzione di miele entro i prossimi cento anni. Continue reading…

 

Il clima ha fatto salire il vino di un grado alcolico

Il surriscaldamento ha già cambiato il vino Made in Italy, che negli ultimi 30 anni ha visto il tasso alcolico crescere di un grado. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in relazione alle previsioni di Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana sul rischio desertificazione della Penisola con la Pianura Padana che nell’arco dei prossimi cento anni potrebbe diventare, come il Pakistan e la Sicilia, un deserto africano.

Il surriscaldamento ha anche determinato sempre più spesso un anticipo della vendemmia anche di un mese rispetto alla tradizionale scadenza di settembre e oggi viene smentito quindi – sottolinea la Coldiretti – il proverbio “ad agosto riempi la cucina e a settembre la cantina” e perde valore anche l’antico adagio “a San Martino ogni mosto diventa vino” poiché sono diventate estremamente rare le uve non ancora raccolte entro l’11 novembre. Continue reading…

 

Protesti dimezzati in 3 anni. Giù sia nel numero sia nel valore

Protesti dimezzati rispetto al 2014. E’ la fotografia che emerge dai dati raccolti dalle Camere di Commercio ed elaborati da InfoCamere per conto di Unioncamere. Rispetto ai primi nove mesi del 2014, nel 2017 i mancati pagamenti si sono infatti ridotti del 47% in termini di numero e del 61% in termini di valore, unendo nella discesa sia l’andamento delle cambiali, dimezzate in termini di numero e del 70% in termini di valore, che quello degli assegni, in frenata del 36% nei valori assoluti e dimezzati in termini monetari. Continue reading…

 

In Italia la terra più cara d’Europa, un freno per i giovani

Il costo elevato della terra in Italia è il principale ostacolo all’ingresso dei giovani in agricoltura. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare l’ultimo studio Eurostat dal quale emerge che la terra arabile in Italia è la più cara d’Europa, fatta eccezione per i Paesi Bassi, con la Liguria che si classifica come la regione europea con i prezzi più alti per un importo medio di 108mila euro all’ettaro. In Italia – sottolinea la Coldiretti – il prezzo medio della terra arabile è di 40153 euro all’ettaro con valori che variano 17571 euro della Sardegna ai 30830 euro della Puglia, dai 40570 euro del Lazio ai 42656 della Toscana, dai 65759 della Lombardia ai 68369 del Veneto fino al record ligure. Il valore nazionale – continua la Coldiretti – risulta essere pari a più di tre volte quello medio della Spagna pari a 12744 euro, quasi sette volte quello della Francia di 6060 euro e una volta e mezzo quello della Gran Bretagna di 25732. Continue reading…

 

Consumi boom per il vino rosato con +20,7% acquisti

Fra i colori del vino vince il rosato che è cresciuto del 20,7% nei consumi registrando il maggior incremento rispetto ai bianchi e ai rossi Doc e Docg che crescono, ma in maniera più morbida, con aumento rispettivamente del 3,9% e del 2,1%. E’ quanto emerge da un’analisi di Coldiretti su dati Ismea del 2017 in merito ai cambiamenti in atto nei calici degli italiani. Una tendenza sostenuta dal diffondersi di nuovi modelli di consumo come l’apericena che coinvolge quasi sei italiani su dieci (59%) secondo l’indagine Coldiretti/Ixé. Continue reading…

 

Crescono i giovani olivicoltori, che investono in un’agricoltura moderna

Torna l’Ercole Olivario, il prestigioso concorso nazionale dedicato alle eccellenze olivicole italiane, che quest’anno cresce sul fronte delle etichette iscritte (237) da 17 regioni, e si prepara a ospitare una delegazione di giornalisti/blogger russi per la cerimonia di premiazione, in programma sabato 7 aprile, presso l’aula magna dell’Università per Stranieri di Perugia. Continue reading…

 

Dazi, arriva la risposta Ue su 328 mln di import Usa in Italia

La ritorsione dell’Unione Europea colpisce con l’aumento dei dazi 328 milioni di euro di importazioni statunitensi annuali in Italia che riguardano principalmente manufatti in ferro, acciaio e ghisa per 235,3 milioni, barche a vela e a motore da diporto per 31,6 milioni e l’agroalimentare per 29,6 milioni. E’ quanto emerge dal primo studio elaborato da Coldiretti/Ixè sull’impatto per l’Italia delle contromisure ipotizzate dalla Commissione Europea da varare in consultazione con gli Stati membri, dopo l’annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump dell’applicazione di dazi su importazioni di acciaio ed alluminio. Continue reading…